Lettori fissi

sabato 22 giugno 2013

22 giugno 2013

Buongiorno a tutti, ecco il ritaglio di oggi da Qumran2.net:


Un esercizio spirituale: la vacanza
(Anthony de Mello, Alle sorgenti)

Immagino di ritirarmi in un posto solitario per fare a me stesso il dono della solitudine, perché la solitudine è un tempo nel quale vedo le cose come sono.
Quali sono le piccole cose nella vita che la mancanza di solitudine ha eccessivamente ingigantito?
Quali sono le cose veramente importanti per le quali trovo troppo poco tempo?
La solitudine è un tempo per prendere decisioni.
Quali decisioni devo prendere o riconsiderare in questo particolare momento della mia vita?
Ora decido che tipo di giornata sarà oggi.
Sarà una giornata per fare?
Faccio un elenco delle cose che voglio veramente fare oggi.
Sarà anche una giornata per essere, nessuno sforzo per ottenere risultati, per fare cose, per guadagnare o possedere, ma solo per essere?
La mia vita non porterà frutto finché non avrò imparato l'arte di non coltivare, l'arte di "perdere" tempo in modo creativo.
Così decido quanto tempo dedicare al gioco, ad interessi senza scopo ed improduttivi, al silenzio, all'intimità, al riposo.
E domando a me stesso che cosa assaporerò oggi, che cosa toccherò, odorerò, ascolterò e vedrò.


Buon proseguimento di giornata!
Dani

2 commenti:

  1. Beata solitudo, sola beatitudo.
    Daniela

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Eh si, la solitudine aiuta molto, e purtroppo è ciò che ci manca di più nella freneticità della vita! Dani

      Elimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...