Lettori fissi

giovedì 21 novembre 2013

21 novembre 2013

Buongiorno a tutti, ecco il ritaglio di oggi da Qumran2.net:

Non si può che amare uno per volta
(Madre Teresa di Calcutta)

L'importante non è quanto facciamo, bensì l'amore che poniamo in quello che facciamo. Gesù non ha detto: "Amate il mondo intero", ma ha detto: "Amatevi l'un l'altro". Non si può che amare uno per volta. Se uno guarda la quantità, si perde. E mentre si ferma a parlare della fame, qualcuno al suo fianco sta morendo. La fame non è di solo pane. C'è fame d'amore. Di essere amati. Di amare. Una fame terribile quella dell'amore! La solitudine: un'altra fame terribile!

Buon proseguimento di giornata a tutti.
Dani

4 commenti:

  1. Ciao Dani, scusa se sono un po' assente in qiuesto periodo... =)
    A presto... spero.
    Daniela

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Non preoccuparti cara, so bene che sei super indaffarata in questi giorni, ma di questo ne sono molto felice! A presto! Dani

      Elimina
  2. Penso che la solitudine sia una delle condizioni più destabilizzante e dolorosa che ci sia. Per il mio lavoro , incontro spesso persone "abbandonate" a se stesse , magari con un unico parente che potrebbe fare tanto con la sua presenza ma che invece si fa notare per la sua assenza !! Solo io e le mie colleghe siamo le uniche persone che queste persone aspettano guardando dalla finestra e le uniche che torneranno , giorno dopo giorno.....E credimi il loro sorriso che ci accoglie quando arriviamo ci riempie il cuore... Un bacione Dani.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Mirtilla, grazie per il tuo commento! Di gente sola ce n'è tantissima purtroppo, dai giovani agli anziani... e penso che a volte il mondo, che si definisce moderno e usa le tecnologie più avanzate per comunicare, debba vergognarsi per queste situazioni! Siamo tanto presi dal comunicare in modo internazionale, e non ci accorgiamo delle persone che abbiamo vicino a noi! Posso immaginare che enormi sorrisi che vi rivolgono queste persone... non a caso è da un paio d'anni che anche con i folletti organizziamo un progetto natalizio per i nonnini delle case per anziani! Certo, una copertina o uno scialle non sostituiscono una persona in carne ed ossa che può dare parole, un abbraccio o ascoltare... ma non fare niente è peggio!
      Grazie per questo tuo spunto di riflessione! Dani

      Elimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...