Lettori fissi

mercoledì 11 dicembre 2013

11 dicembre 2013

Buongiorno a tutti, oggi come ritaglio vi regalo una storiella che ha raccontato la mia amica Fiorella nel nostro forum:

Uno specchio finì in tanti minuscoli frammenti.
Tutti si ritrovarono sparpagliati in un mucchio di rifiuti e naturalmente cominciarono a lagnarsi del loro crudele destino.
«Ahinoi! Che fine infame!», si lamentava uno.
«Eravamo il riflesso di volti graziosi e sorrisi attraenti. Ora solo questo orribile ciarpame».
«Chi ci spolvererà, adesso ?».
«Chi ci laverà con il detersivo profumato?».
I pezzetti di specchio caddero in una profonda depressione.
Ma un giorno, la mano paffuta di una bambina afferrò uno dei frammenti di specchio e cominciò a giocare. Catturò un po' di sole e lo diresse in una fessura del muro, scoprendo che là viveva un minuscolo fiorellino azzurro. Le sembrò che tremasse di felicità.
Raccolse un altro raggio di sole e lo inviò nello scantinato buio dove lavorava Giovanni il calzolaio. Giovanni sorrise.
La bambina continuò fino a sera, incantata dalla possibilità di dirigere la luce riflessa negli angoli bui dove il sole non brillava mai: buche profonde, crepacci, ripostigli.
A cena, quando il papà le chiese:
«Che cosa hai fatto, oggi?», la bambina rispose: «Ho inventato un gioco bellissimo!».
È il gioco più bello della vita.

Noi siamo solo un frammento di quello specchio.
Uno specchio da ricostruire. Con quello che abbiamo, però, possiamo mandare la luce,
la verità, la comprensione, la conoscenza, la bontà, la tenerezza, la gioia, nei bui recessi del cuore degli uomini e cambiare qualcosa in qualcuno.
Forse altre persone vedranno e faranno altrettanto.

Buon proseguimento di giornata a tutti.
Dani

2 commenti:

  1. Che bella storia e che bella riflessione. =)
    Daniela

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sono contenta che ti piaccia, anche a me è piaciuta molto! Dani

      Elimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...