Lettori fissi

mercoledì 31 luglio 2013

Baby crocette

Ciao a tutti, 
questi che vi mostro, sono i bavaglini che ho preparato in questi ultimi mesi!

Comincio da quello di Pietro, che lo devo consegnare perché non ho finito il regalino per la sorellina più grande:



Questo l'ho regalato a Gaia per la sua nascita, avvenuta i primi di giugno:



E questi invece sono per Gemma, che nascerà i primi di agosto:





Che ne dite? 
Io adoro ricamare bavaglini (si era capito?) e mi piace molto anche andare a cercare immagini e schemi nuovi da fare!
Infatti, non ho mai ricamato lo stesso soggetto nei miei bavaglini!

In più, sto ricamando anche dei bavaglini per Tommaso, che nascerà a settembre... ne ho di lavoretti da fare! Spero di farvi vedere presto altre foto!

Buon proseguimento di giornata!
Dani

31 luglio 2013

Buongiorno a tutti, ecco il ritaglio di oggi da Qumran2.net:

Preghiera di un padre

Grazie Signore per avermi donato i miei figli,
grazie per avermi fatto provare la gioia di una vita che nasce,
di un bimbo che sorride e dona amore,
di una luce che illumina un mondo grigio.

Grazie Signore per le notti in bianco,
per le preoccupazzioni ed i dolori,
perché ho capito cosa vuol dire amare.

Aiutami o Signore ad imparare a far camminare i miei figli,
in un mondo privo di valori veri.

Aiutami o Signore ad essere un buon padre,
non perfetto, ma un buon padre.

Grazie Signore per ogni ora che passo con loro
e li vedo crescere e cambiare, piangere e amare.

Grazie Signore, ti sento vicino come un padre al figlio.


Buon proseguimento di giornata a tutti.
Dani

martedì 30 luglio 2013

30 luglio 2013

Buongiorno a tutti, ecco il ritaglio di oggi da Qumran2.net:

La nostra casa
(Mons. Claudio Civetti, Rinascita cristiana)

La nostra casa, Signore, sia salda,
perché fondata su di te, che sei la roccia;
luminosa, perché illuminata da te,
che sei la luce;
serena perché guardata da te,
che sei la gioia;
silente, perché governata da te,
che sei la pace;
ospitale, perché abitata da te,
che sei l'amore.
Nessuno, Signore, venga alla nostra casa
senza esservi accolto;
nessuno, vi pianga
senza essersi consolato;
nessuno vi ritorni
senza ritrovarti nella preghiera,
nell'amore e nella pace.


Buon proseguimento di giornata a tutti.
Dani

lunedì 29 luglio 2013

29 luglio 2013

Buon pomeriggio a tutti, ecco il ritaglio di oggi da Qumran2.net:

Restare con te
(Carlo Maria Martini)

Signore Gesù,
sul far della sera ti preghiamo di restare.
Ti rivolgeremo questa preghiera,
spontanea ed appassionata,
infinite altre volte nella sera del nostro smarrimento,
del nostro dolore e del nostro immenso desiderio di te.
Tu sei sempre con noi.
Siamo noi, invece, che non sempre sappiamo diventare
la tua presenza accanto ai nostri fratelli.
Per questo, Signore Gesù, ora ti chiediamo di aiutarci
a restare sempre con te,
ad aderire alla tua persona
con tutto l'ardore del nostro cuore,
ad assumerci con gioia la missione che tu ci affidi:
continuare la tua presenza,
essere Vangelo della tua risurrezione.


Buon proseguimento di giornata a tutti.
Dani

domenica 28 luglio 2013

28 luglio 2013

Buongiorno a tutti, ecco il ritaglio di oggi da Qumran2.net:

Due modi di pregare
(Charles de Foucauld, Meditazioni sul santo Vangelo, 245)

Ci sono due modi di pregare:
lasciar gridare il proprio cuore,
lasciarlo chiedere a Dio con semplicità di bambino ciò che esso desidera;
una qualche grazia per sé o per un altro,
il ristoro da un qualche dolore per sé o per il prossimo:
si lancia in tutta semplicità questo grido
verso il Padre celeste e lo si fa seguire sempre
da questa frase: "Non la mia volontà, ma la tua".
L'altro modo di pregare è quello di dire semplicemente la frase finale, e cioè:
"Padre, sia fatta in questa circostanza la tua volontà,
qualunque essa sia!".
Tali due preghiere sono perfette, divine.
Gesù ci dà l'esempio della prima
sulle sponde del Cedron e nel Getsemani.
Ci dà l'esempio della seconda nel "Padre nostro",
che raccoglie tutto quanto in queste poche parole...
Questi due generi di preghiera sono ugualmente perfetti,
poiché Dio ci dà l'esempio di ambedue:
lo Spirito Santo, secondo le circostanze,
ha ispirato a Gesù sia l'una sia l'altra.


Buon proseguimento di giornata a tutti.
Dani

sabato 27 luglio 2013

27 luglio 2013

Buon pomeriggio a tutti, ecco il ritaglio di oggi da Qumran2.net:

Se non diventerete come bambini

(Il Vangelo secondo Jonathan)

Signore,
in quanto a noi, piccoli,
conservaci un cuore fanciullo
che non si permetta di giudicare,
non si senta migliore degli altri,
non si chiuda nei propri bisogni.
Conservaci un cuore
pieno di sogni
e fa' che i nostri sogni
realizzino già,
su questa terra,
il Regno che ci appartiene.


Buon proseguimento di giornata a tutti.
Dani

venerdì 26 luglio 2013

Blog fashion no stop



Ciao a tutti,
ricevo questo premio da Giusi e, anche se non mi sento di avere un blog fashion, rispondo volentieri alle domande!

Qual è il tuo colore preferito?
Azzurro

Qual è la stanza della casa che preferisci?
Quella dove ho studiato in questi anni e da dove vi scrivo!

Sai usare il pc?
Si, sono partita che non ne sapevo nulla e ho imparato da sola!

Sei sposata?
No, ma spero prima o poi di rispondere si a questa domanda!

Quale cartone degli anni 80 preferivi?
Domanda difficilissima: sono tantissimi i cartoni che adoro, ma se dovessi scegliere, direi "Mila e Shiro".

Cosa ti piacerebbe ti regalassero il prossimo compleanno?
Non saprei, non c'è qualcosa in particolare che desidero di materiale... 

Mare o Montagna?
Montagna

Il tuo gelato preferito?
Cornetto classico

Di che colore hai i capelli?
Castano chiaro

E gli occhi?
Marroni

La tua canzone preferita?
Al momento non ne ho una in particolare, ma la musica mi piace (quasi) tutta a priori, quindi se una canzone mi prende per la melodia, diventa la mia preferita!


E ora devo assegnare questo premio a 10 blog con meno di 200 followers... ma come al solito lo rigiro a tutti coloro che passeranno di qui e vorranno giocare con me!

Grazie Giusi!

E buon pomeriggio a tutti!
Dani

26 luglio 2013

Buongiorno a tutti, ecco il ritaglio di oggi da Qumran2.net:

Originali si, ma insieme

(Campi di Se vuoi)

Sei tu che mi hai creato originale,
Dio non conosce eguali.
Sei tu che mi hai creato in un arcipelago di cuori,
Dio non conosce isole.
Sei, tu, Dio, che ti sei fatto uomo
per amore degli uomini,
sei tu che ci rendi unici perché tuoi figli, cristiani perché fratelli fra noi.
La nostra originalità sarebbe vana
se non fosse vissuta con gli altri.
Non sarebbe straordinarietà la nostra,
se non fosse condivisa
nella meraviglia dello stare insieme.
Per questo, mio Dio, fa' che la mia unicità
sia sempre vissuta nella verità:
originali sì, ma insieme!


Buon proseguimento di giornata a tutti.
Dani

giovedì 25 luglio 2013

25 luglio 2013

Buongiorno a tutti, ecco il ritaglio di oggi da Qumran2.net:

Liberami Gesù

(Madre Teresa di Calcutta)

Liberami, Gesù,
dal desiderio di essere amato,
dal desiderio di essere magnificato,
dal desiderio di essere onorato,
dal desiderio di essere elogiato,
dal desiderio di essere preferito,
dal desiderio di essere consultato,
dal desiderio di essere approvato,
dal desiderio di essere famoso,
dal timore di essere umiliato,
dal timore di essere disdegnato,
dal timore di subire rimproveri,
dal timore di essere calunniato,
dal timore di essere dimenticato,
dal timore di subire dei torti,
dal timore di essere messo in ridicolo,
dal timore di essere sospettato.


Buon proseguimento di giornata a tutti.
Dani

mercoledì 24 luglio 2013

Flop nel cucito

Ebbene si... ho fatto un flop!

Vi ricordate un pò di tempo fa vi ho detto molto entusiasticamente che stavo partecipando al sal di Francesca per cucire una pratica e comoda borsa della spesa?

Ecco, quando io faccio qualcosa per la prima volta, divento come una bambina la mattina di Natale... non vedo l'ora di finire ciò che ho tra le mani, e inevitabilmente faccio un pasticcio!

Ho fatto due errori: ho preparato i manici senza piegare la stoffa come avrei dovuto, e li ho cuciti in modo sbagliato... risultato, sembra una canottiera invece di una borsa!



La tenacia però non mi manca e ho deciso che la rifarò sicuramente!

Certo, con questa non ci andrò a fare la spesa, ma tutto serve per imparare e, anche se non ho avuto voglia di disfarla e ricucirla per bene, l'ho già messa al lavoro:



Ta da! Ecco la mia nuova borsa porta gomitoli per lavorare all'uncinetto:



E non è escluso che la decori un pò, vorrei provare lo stitchery... chissà se ci riuscirò!

Tutto sommato non ho fatto un flop del tutto, o almeno a me piace vedere questo bicchiere... mezzo pieno!

Grazie a Francesca per aver organizzato questo mini Sal!

Buon proseguimento di giornata!
Dani

24 luglio 2013

Buongiorno a tutti, ecco il ritaglio di oggi da Qumran2.net:

Guardare dentro il cuore

(Gilbert Keith Chesterton)

Dobbiamo guardare dentro il cuore delle persone e non soltanto nei loro occhi.

Buon proseguimento di giornata a tutti.
Dani

martedì 23 luglio 2013

23 luglio 2013

Buongiorno a tutti, ecco il ritaglio di oggi da Qumran2.net:

Vacanze estive
(Giovanni Paolo II, Angelus, 6 luglio 2003)

Le molteplici occupazioni e i ritmi accelerati della vita rendono talora difficile coltivare la dimensione spirituale. Le vacanze estive, però, se non vengono 'bruciate' nella dissipazione e dal semplice divertimento, possono diventare un'occasione propizia per ridare respiro alla vita interiore.

Buon proseguimento di giornata a tutti.
Dani

lunedì 22 luglio 2013

Idea rinfrescante

Ciao a tutti, in questo post voglio raccontarvi la mia ispirazione di qualche giorno fa!

Pomeriggio torrido, tutto si appiccica addosso, non faccio altro che bere... ma l'acqua non era nel frigo!
E allora, come fare per rimediare al caldo estivo?

Mi sono messa a pensare e... ecco qua la mia idea fresca!
Ho preso un classico stampino e ho fatto del ghiaccio!

Grazie, e che hai scoperto l'acqua calda?

Forse si... ma la differenza sta nel fatto che in ogni cubetto di ghiaccio ho aggiunto un pezzetto di limone!



Così, nella bottiglietta che mi porto sempre dietro, ora l'acqua è fresca e più dissetante perché c'è il limone!




Inoltre è perfetto anche per altre bevande o cocktail, da offrire agli amici nelle sere d'estate!

Spero che questa idea possa esservi utile e semplificarvi la vita dal caldo!
Dani


Con questo post partecipo al linky party "Ricordiamo l'estate in un progetto" che si svolge in contemporanea sui blog di Alex, Elisabetta, Monica, LeCoq, Monica e Rosa!



22 luglio 2013

Buongiorno a tutti, ecco il ritaglio di oggi da Qumran2.net:

All'inizio della giornata
(San Tommaso d'Aquino, Adattamento di una preghiera recitatata ogni giorno davanti al Crocifisso.)

Dio di misericordia, fa' che io desideri ardentemente ciò che ti piace,
lo ricerchi con prudenza,
lo riconosca nella verità e lo compia perfettamente a lode e gloria del tuo nome.

Aiutami a mettere ordine nella mia vita, fammi conoscere ciò che vuoi io faccia
perché lo compia bene per l'utilità e la salvezza della mia anima.
Fa', o Signore,
che io venga incontro a te su una strada sicura,
diritta e senza asperità,
che conduca alla mèta
e non mi perda tra prosperità o avversità.

Che io ti possa ringraziare nella gioia e cercare pazientemente nella sofferenza.
Allontana da me lo spirito di esaltazione o di abbattimento.


Buon proseguimento di giornata a tutti.
Dani

domenica 21 luglio 2013

XVI Domenica del Tempo Ordinario

Buonasera a tutti,
ecco come ogni Domenica, le parole di Papa Francesco all'Angelus di Mezzogiorno:

Cari fratelli e sorelle, buongiorno!
Anche in questa domenica continua la lettura del decimo capitolo dell’evangelista Luca. Il brano di oggi è quello di Marta e Maria. Chi sono queste due donne? Marta e Maria, sorelle di Lazzaro, sono parenti e fedeli discepole del Signore, che abitavano a Betania. San Luca le descrive in questo modo: Maria, ai piedi di Gesù, «ascoltava la sua parola», mentre Marta era impegnata in molti servizi (cfr Lc 10, 39-40). Entrambe offrono accoglienza al Signore di passaggio, ma lo fanno in modo diverso. Maria si pone ai piedi di Gesù, in ascolto, Marta invece si lascia assorbire dalle cose da preparare, ed è così occupata da rivolgersi a Gesù dicendo: «Signore, non t’importa nulla che mia sorella mi abbia lasciata sola a servire? Dille dunque che mi aiuti» (v. 40). E Gesù le risponde rimproverandola con dolcezza: «Marta, Marta, tu ti affanni e ti agiti per molte cose, ma di una … sola c’è bisogno» (v. 41).
Che cosa vuole dire Gesù? Qual è questa cosa sola di cui abbiamo bisogno? Anzitutto è importante capire che non si tratta della contrapposizione tra due atteggiamenti: l’ascolto della parola del Signore, la contemplazione, e il servizio concreto al prossimo. Non sono due atteggiamenti contrapposti, ma, al contrario, sono due aspetti entrambi essenziali per la nostra vita cristiana; aspetti che non vanno mai separati, ma vissuti in profonda unità e armonia. Ma allora perché Marta riceve il rimprovero, anche se fatto con dolcezza? Perché ha ritenuto essenziale solo quello che stava facendo, era cioè troppo assorbita e preoccupata dalle cose da “fare”. In un cristiano, le opere di servizio e di carità non sono mai staccate dalla fonte principale di ogni nostra azione: cioè l’ascolto della Parola del Signore, lo stare - come Maria - ai piedi di Gesù, nell’atteggiamento del discepolo. E per questo Marta viene rimproverata.
Anche nella nostra vita cristiana preghiera e azione siano sempre profondamente unite. Una preghiera che non porta all’azione concreta verso il fratello povero, malato, bisognoso di aiuto, il fratello in difficoltà, è una preghiera sterile e incompleta. Ma, allo stesso modo, quando nel servizio ecclesiale si è attenti solo al fare, si dà più peso alle cose, alle funzioni, alle strutture, e ci si dimentica della centralità di Cristo, non si riserva tempo per il dialogo con Lui nella preghiera, si rischia di servire se stessi e non Dio presente nel fratello bisognoso. San Benedetto riassumeva lo stile di vita che indicava ai suoi monaci in due parole: “ora et labora”, prega e opera. E’ dalla contemplazione, da un forte rapporto di amicizia con il Signore che nasce in noi la capacità di vivere e di portare l’amore di Dio, la sua misericordia, la sua tenerezza verso gli altri. E anche il nostro lavoro con il fratello bisognoso, il nostro lavoro di carità nelle opere di misericordia, ci porta al Signore, perché noi vediamo proprio il Signore nel fratello e nella sorella bisognosi.
Chiediamo alla Vergine Maria, Madre dell’ascolto e del servizio, che ci insegni a meditare nel nostro cuore la Parola del suo Figlio, a pregare con fedeltà, per essere sempre di più attenti concretamente alle necessità dei fratelli.


Dopo l'Angelus
Saluto con affetto tutti i pellegrini presenti: famiglie, parrocchie, associazioni, movimenti e gruppi. In particolare, saluto i fedeli di Firenze, Foggia e Villa Castelli, e i chierichetti di Conselve con i familiari. Io vedo scritto, laggiù: “Buon viaggio!”. Grazie! Grazie! Vi chiedo di accompagnarmi spiritualmente con la preghiera nel Viaggio che compirò a partire da domani. Come sapete, mi recherò a Rio de Janeiro in Brasile, in occasione della 28ª Giornata Mondiale della Gioventù. Ci saranno tanti giovani, laggiù, da tutte le parti del mondo. E penso che questa si possa chiamare la Settimana della Gioventù: ecco, proprio la Settimana della Gioventù! I protagonisti in questa settimana saranno i giovani. Tutti coloro che vengono a Rio vogliono sentire la voce di Gesù, ascoltare Gesù: “Signore, che cosa devo fare della mia vita? Qual è la strada per me?”. Anche voi – non so se ci sono giovani, oggi, qui, in piazza! Ci sono giovani? Ecco: anche voi, giovani che siete in piazza, fate la stessa domanda al Signore: “Signore Gesù, che cosa devo fare della mia vita? Qual è la strada per me?”. Affidiamo all’intercessione della Beata Vergine Maria, tanto amata e venerata in Brasile, queste domande: quella che faranno i giovani laggiù, e questa che farete voi, oggi. E che la Madonna ci aiuti in questa nuova tappa del pellegrinaggio.
A tutti voi auguro una buona domenica! Buon pranzo. Arrivederci!


Buon proseguimento di giornata!
Dani

21 luglio 2013

Buonasera a tutti, ecco il ritaglio di oggi da Qumran2.net:

Tra Marta e Maria

(Vita di Antonio, Atanasio)

Un giorno il santo padre Antonio, mentre sedeva nel deserto, fu preso da sconforto e da fitta tenebra di pensieri e diceva a Dio: "O Signore, io voglio salvarmi, ma i pensieri me lo impediscono. Che posso fare nella mia afflizione?".
Ora, sporgendosi un po', Antonio vede un altro come lui, che sta seduto e lavora, poi interrompe il lavoro, si alza in piedi e prega, poi di nuovo si mette seduto ad intrecciare corde, e poi ancora si alza e prega. Era un angelo del Signore, mandato per correggere Antonio e dargli forza. E udì l'angelo che diceva: "Fa' così e sarai salvo". All'udire queste parole, fu preso da grande gioia e coraggio: così fece e si salvò.


Buon proseguimento di giornata a tutti.
Dani

sabato 20 luglio 2013

20 luglio 2013

Buonasera a tutti, ecco il ritaglio di oggi da Qumran2.net:

Il silenzio e la comunicazione
(Claudio M. Celli, Il silenzio è attivo, in Vita Pastorale n. 5/2012)

Il silenzio non è mancanza di comunicazione; il silenzio fa parte del flusso di messaggi e informazioni che caratterizza la nuova cultura della comunicazione.
Il silenzio parla, il nostro silenzio può esprimere la vicinanza, la solidarietà e l'attenzione agli altri.
Il silenzio è un modo forte per esprimere il nostro rispetto e il nostro amore per gli altri. Nel silenzio ascoltiamo l'altro, diamo la priorità alla parola dell'altro. Il silenzio è un atteggiamento attivo. E' il nostro silenzio che permette e dà spazio all'altro per parlare.
Il silenzio rafforza il rapporto, il legame tra due persone. Nel silenzio riesco a capire chi è l'altro e proprio in questo trovo me stesso. Il silenzio mi permette di essere attento al contenuto della comunicazione. E' il silenzio che ci aiuta a vedere... In fondo è nel silenzio che riesco a dare il giusto significato alla comunicazione e non essere solamente sommerso dal volume della stessa comunicazione.


Buon proseguimento di giornata a tutti.
Dani

venerdì 19 luglio 2013

Per non dimenticare



Questo è il sito da cui ho preso l'immagine.
Dani

19 luglio 2013

Buon pomeriggio a tutti, ecco il ritaglio di oggi da Qumran2.net:

Come consolare gli afflitti.
(Agata Fernandez Motzo, Mio tutto oltre la morte)

Se non trovo altro modo, si può consolare una persona anche col silenzio, con la sola presenza, purché si faccia con amore: basta un sorriso che esprima la dolcezza della comprensione. Meglio se il silenzio è accompagnato dalla preghiera del cuore. In questo caso forse mi sarà suggerita anche qualche parola. Da chi? Dallo Spirito Santo, che è il vero Consolatore.


Buon proseguimento di giornata a tutti.
Dani

giovedì 18 luglio 2013

18 luglio 2013

Buon pomeriggio a tutti, ecco il ritaglio di oggi da Qumran2.net:

Amalo così come è
(San Francesco d'Assisi)


Non volere che tuo fratello sia cristiano migliore: amalo in ciò che esso è... e abbi sempre misericordia di questi fratelli.

Buon proseguimento di giornata a tutti.
Dani

mercoledì 17 luglio 2013

17 luglio 2013

Buon pomeriggio a tutti, ecco il ritaglio di oggi da Qumran2.net:

L'impegno politico
(Giorgio la Pira, Discorsi)

Non si dica quella solita frase poco seria: la politica è una cosa brutta! No: l'impegno politico - cioè l'impegno diretto alla costruzione cristianamente ispirata della società in tutti i suoi ordinamenti a cominciare dall'economico - è un impegno di umanità e di santità: è un impegno che deve potere convogliare verso di sé gli sforzi di una vita tutta tessuta di preghiera, di meditazione, di prudenza, di fortezza, di giustizia e di carità.

Buon proseguimento di giornata a tutti.
Dani

martedì 16 luglio 2013

Fiori che passione













16 luglio 2013

Buon pomeriggio a tutti, ecco il ritaglio di oggi da Qumran2.net:

Capendo noi stessi
(Kahlil Gibran)

Dicono che capendo noi stessi, capiremo meglio gli altri.
Ma io vi dico, amando gli altri impareremo qualcosa di più su noi stessi.


Buon proseguimento di giornata a tutti.
Dani

domenica 14 luglio 2013

XV Domenica del Tempo Ordinario

Buon pomeriggio a tutti, ecco le parole di questa mattina di Papa Francesco all'Angelus:


Cari fratelli e sorelle, 
buongiorno!
Oggi il nostro appuntamento domenicale dell’Angelus lo viviamo qui a Castel Gandolfo. Saluto gli abitanti di questa bella cittadina! Voglio ringraziarvi soprattutto per le vostre preghiere, e lo stesso faccio con tutti voi pellegrini che siete venuti qui numerosi.
Il Vangelo di oggi – siamo al capitolo 10 di Luca – è la famosa parabola del buon samaritano. Chi era quest’uomo? Era uno qualunque, che scendeva da Gerusalemme verso Gerico sulla strada che attraversa il deserto della Giudea. Da poco, su quella strada, un uomo era stato assalito dai briganti, derubato, percosso e abbandonato mezzo morto. Prima del samaritano passano un sacerdote e un levita, cioè due persone addette al culto nel Tempio del Signore. Vedono quel poveretto, ma passano oltre senza fermarsi. Invece il samaritano, quando vide quell’uomo, «ne ebbe compassione» (Lc 10,33) dice il Vangelo. Si avvicinò, gli fasciò le ferite, versandovi sopra un po’ di olio e di vino; poi lo caricò sulla sua cavalcatura, lo portò in un albergo e pagò l’alloggio per lui… Insomma, si prese cura di lui: è l’esempio dell’amore per il prossimo. Ma perché Gesù sceglie un samaritano come protagonista della parabola? Perché i samaritani erano disprezzati dai Giudei, a causa di diverse tradizioni religiose; eppure Gesù fa vedere che il cuore di quel samaritano è buono e generoso e che – a differenza del sacerdote e del levita – lui mette in pratica la volontà di Dio, che vuole la misericordia più che i sacrifici (cfr Mc 12,33). Dio sempre vuole la misericordia e non la condanna verso tutti. Vuole la misericordia del cuore, perché Lui è misericordioso e sa capire bene le nostre miserie, le nostre difficoltà e anche i nostri peccati. Dà a tutti noi questo cuore misericordioso! Il Samaritano fa proprio questo: imita proprio la misericordia di Dio, la misericordia verso chi ha bisogno.
Un uomo che ha vissuto pienamente questo Vangelo del buon samaritano è il Santo che ricordiamo oggi: san Camillo de Lellis, fondatore dei Ministri degli Infermi, patrono dei malati e degli operatori sanitari. San Camillo morì il 14 luglio 1614: proprio oggi si apre il suo quarto centenario, che culminerà tra un anno. Saluto con grande affetto tutti i figli e le figlie spirituali di san Camillo, che vivono il suo carisma di carità a contatto quotidiano con i malati. Siate come lui buoni samaritani! E anche ai medici, agli infermieri e a coloro che lavorano negli ospedali e nelle case di cura, auguro di essere animati dallo stesso spirito. Affidiamo questa intenzione all’intercessione di Maria Santissima.
E un’altra intenzione vorrei affidare alla Madonna, insieme a tutti voi. E’ ormai vicina la Giornata Mondiale della Gioventù di Rio de Janeiro. Si vede che ci sono tanti giovani di età, ma tutti siete giovani nel cuore! Io partirò tra otto giorni, ma molti giovani partiranno per il Brasile anche prima. Preghiamo allora per questo grande pellegrinaggio che comincia, perché Nostra Signora de Aparecida, patrona del Brasile, guidi i passi dei partecipanti, e apra i loro cuori ad accogliere la missione che Cristo darà loro.


Dopo l'Angelus
Cari fratelli e sorelle,
mi unisco in preghiera ai Presuli e ai fedeli della Chiesa in Ucraina radunati nella Cattedrale di Lutsk per la Santa Messa di suffragio, in occasione del 70° anniversario delle stragi di Volinia. Tali atti, provocati dall’ideologia nazionalista nel tragico contesto della IIª Guerra Mondiale, hanno causato decine di migliaia di vittime e hanno ferito la fratellanza di due Popoli, quello polacco e quello ucraino. Affido alla misericordia di Dio le anime delle vittime e, per i loro popoli, chiedo la grazia di una profonda riconciliazione e di un futuro sereno nella speranza e nella sincera collaborazione per la comune edificazione del Regno di Dio.
Penso anche ai Pastori e ai fedeli partecipanti al pellegrinaggio della Famiglia di Radio Maria a Jasna Góra, Częstochowa. Vi affido alla protezione della Madre di Dio e vi benedico di cuore.
Saluto con affetto i fedeli della diocesi di Albano! Invoco su di loro la protezione di San Bonaventura, loro patrono, di cui domani la Chiesa celebra la festa. Che sia una bella festa e tanti auguri! Saluto tutti i pellegrini qui presenti: i gruppi parrocchiali, le famiglie, i giovani, specialmente quelli venuti dall’Irlanda; i giovani sordi che stanno vivendo a Roma un incontro internazionale.
Saluto le Suore di Santa Elisabetta, alle quali auguro un fruttuoso rinnovamento spirituale; le Apostole del Sacro Cuore di Gesù, con famiglie di diverse nazioni; le Figlie della Divina Carità, impegnate nel Capitolo generale; e le Superiore delle Figlie di Maria Ausiliatrice.
A tutti auguro una buona domenica e buon pranzo!

Buon proseguimento di giornata e buona Domenica a tutti!
Dani

sabato 13 luglio 2013

13 luglio 2013

Buongiorno a tutti, ecco il ritaglio di oggi da Qumran2.net:

Non ti ho amato per scherzo!

Mi chiamate il Redentore, e non vi fate redimere.
Mi chiamate la Via, e non mi percorrete.
Mi chiamate il Maestro, e non mi seguite.
Mi chiamate il Signore, e non mi servite.
Mi chiamate la Luce, e non mi credete.
Mi chiamate la Vita, e non mi desiderate.
Mi chiamate la Sapienza, e non mi interrogate.
Mi chiamate l'Onnipotente, e non vi fidate di me.
Se un giorno non vi riconosco, non meravigliatevi.


Buon proseguimento di giornata a tutti.
Dani

venerdì 12 luglio 2013

12 luglio 2013

Buon pomeriggio a tutti, ecco il ritaglio di oggi da Qumran2.net:

Chiostri interiori
(Chiara Lubich)

Non c'è cuore di un uomo, credo, e tanto meno di donna, che almeno una volta, specie durante la giovinezza, non abbia sentito l'attrattiva del chiostro.
Non è l'attrattiva per una forma claustrale di vita, ma per cosa che pare sia concentrato proprio lì, fra quattro mura, e si fa sentire, sonoro, anche da lontano.
Eppure anche la mia casa può avere il profumo del chiostro; anche le pareti del mio abitato possono divenire regno di pace, fortezze di Dio in mezzo al mondo.
Non è tanto il chiasso esterno della radio aperta a tutto spiano, dell'inquilino accanto, e lo strepito delle macchine, o l'urlo degli strilloni, che tolgono l'incanto alla mia casa; è piuttosto ogni rumore dentro di me che fa del mio abitato una piazza senza protezione di mura, perché senza protezione di amore. Il Signore è dentro di me. Egli vorrebbe muovere i miei atti, permeare della sua luce il mio pensiero, accendere la mia volontà, darmi la legge insomma del mio stare e del mio andare.
Ma c'è il mio io, a volte, che non lo lascia vivere. Se quello cessa di disturbare, Iddio stesso prenderà possesso di tutto il mio essere e saprà dare anche a queste mura l'importanza di un'abbazia e a questa stanza la sacralità di una chiesa, al mio seder a mensa la dolcezza di un rito, alle mie vesti il profumo di un abito benedetto, al suono della porta o del telefono la nota gioiosa di un incontro con i fratelli, che rompe, eppur continua il colloquio con Dio.
Allora sul silenzio di me parlerà un Altro e sullo spegnersi mio si accenderà una luce. Ed essa brillerà molto lontano, oltrepassando e quasi consacrando queste mura che proteggono un membro di Cristo, un tempio dello Spirito Santo. E altra gente verrà alla casa mia per cercare con me il Signore e, nella nostra comune ricerca amorosa, s'accrescerà la fiamma, s'alzerà il tono della melodia divina. E il cuor mio pur stando in mezzo al mondo, non chiederà più altro. Cristo sarà il mio chiostro, il Cristo del mio cuore, Cristo in mezzo ai cuori


Buon proseguimento di giornata a tutti.
Dani

giovedì 11 luglio 2013

Super contest dell'estate

Ciao a tutti,
con questo post voglio farvi partecipi della mia partecipazione al contest estivo del forum "Amigurumi Worl".

In pratica, il gioco consiste nello scegliersi uno schema di amigurumi da fare durante l'estate, e nei primi giorni di settembre bisogna consegnare una foto dell'amigurumi completato. 

In palio c'è un regalo a sorpresa che sa solo l'organizzatrice del contest, ma io partecipo sopratutto per la voglia di giocare e di fare qualcosa di carino!

Il mio amigurumi sarà Amineko:



Se volete, lo schema è qui, ovviamente in inglese, ma c'è anche lo schema con i simboli!

Ancora non ho cominciato, ho solo il materiale pronto in una bustina ma penso che presto lo inizierò!

E voi, cosa avete per le mani di uncinettoso?

Buon proseguimento di giornata!
Dani

11 luglio 2013

Buongiorno a tutti, ecco il ritaglio di oggi da Qumran2.net:

Nessuno è felice come Dio

(S. Agostino)

Nessuno è felice come Dio e nessuno fa felice come Dio.

Buon proseguimento di giornata a tutti.
Dani

mercoledì 10 luglio 2013

10 luglio 2013

Buongiorno a tutti, ecco il ritaglio di oggi da Qumran2.net:

Il miraggio
(Bruno Ferrero)

Capitò di smarrirsi a un povero viaggiatore che attraversava il deserto. Anche le sue scorte di cibo e di acqua si erano esaurite. Le forze gli vennero meno e si lasciò cadere sulla sabbia spossato. Riaprendo gli occhi, vide a una breve distanza le palme di un'oasi. Gli sembrò di sentire persino il gorgogliare di una sorgente. "E' solo un miraggio", si disse disperato e si lasciò morire.

Buon proseguimento di giornata a tutti.
Dani

martedì 9 luglio 2013

Tag dell'estate


Ciao a tutti,
questo post lo scrivo per accettare il premio "Tag dell'estate" che Mirtilla ha donato a tutte le amiche che passano dal suo blog... quindi anche io do il mio benvenuto all'estate!

Le regole sono molto semplici:
  • elencare 10 cose che mi piacciono di questa stagione
  • donare la tag ad altri 8 blog

Quindi, via alle danze!

Le 10 cose che mi piacciono dell'estate:
  1. Il contrasto tra il frescolino dell'alba e il caldo afoso del giorno
  2. Il gelato, in tutti i gusti
  3. Le passeggiate in montagna
  4. La granita fresca
  5. I giri in bicicletta
  6. Il giorno dura di più che in inverno
  7. Le t-shirt colorate
  8. Un bel libro sotto l'ombrellone
  9. Le partite dei Mondiali di calcio (anche se ogni 4 anni)
  10. Andare a camminare con le amiche


Ora dovrei assegnare questa tag a 8 blog... ma perché escludere qualcuno? 
Quindi, non me ne voglia Mirtilla se le copio questa idea, rigiro la tag a chi passa di qua e mi legge con tanto affetto!

Buon proseguimento di giornata!
Dani

9 luglio 2013

Buongiorno a tutti, ecco il ritaglio di oggi da Qumran2.net:

Fammi vivere
(P. Maior)

Liberami, o Signore,
dalla pigrizia che ho
e dalla paura che mi prende,
dal comodo compromesso
e dal facile disimpegno.

Aiutami, o Signore,
ad essere come non sono
e come vorresti che io fossi.
Non importa ciò che muore in me,
m'interessa ciò che nasce
insieme a te.

Aiutami, o Signore,
a prendere sul serio il tempo,
a rispettare la vita,
a conservare l'amore;
ho bisogno di te
per vivere come tu vuoi.

Donami, o Signore,
la tua forza per agire,
la costanza dell'impegno,
la gioia di una fede che cresce,
la speranza e l'abbandono fiducioso
al tuo amore.


Buon proseguimento di giornata a tutti.
Dani

lunedì 8 luglio 2013

8 luglio 2013

Buongiorno a tutti, ecco il ritaglio di oggi da Qumran2.net:

Essenzialità

l filosofo Diogene non solo era contrario ad ogni lusso, ma evitava di utilizzare e di possedere tutto ciò che non era strettamente necessario. Fedele ai suoi principi, egli viveva in una botte ed unico suo utensile era una ciotola di legno con la quale prendeva l'acqua per bere.
Un giorno, mentre passeggiava per la città, vide un bambino che, per bere, prendeva acqua da una fontana utilizzando solo le mani. Così, ritenendola un inutile lusso, Diogene gettò via la sua ciotola.


Buon proseguimento di giornata a tutti.
Dani

domenica 7 luglio 2013

XIV Domenica del Tempo Ordinario

Buona Domenica a tutti!
Come sempre, inserisco in questo mio blog le parole di Papa Francesco all'Angelus di mezzogiorno, ma oggi non mi limiterò a segnalarvi il link, bensì inserirò qui il suo discorso.

Cari fratelli e sorelle! Buongiorno!
Prima di tutto desidero condividere con voi la gioia di aver incontrato, ieri e oggi, un pellegrinaggio speciale dell’Anno della fede: quello dei seminaristi, dei novizi e delle novizie. Vi chiedo di pregare per loro, perché l’amore per Cristo maturi sempre più nella loro vita e diventino veri missionari del Regno di Dio.
Il Vangelo di questa domenica (Lc 10,1-12.17-20) ci parla proprio di questo: del fatto che Gesù non è un missionario isolato, non vuole compiere da solo la sua missione, ma coinvolge i suoi discepoli. E oggi vediamo che, oltre ai Dodici apostoli, chiama altri settantadue, e li manda nei villaggi, a due a due, ad annunciare che il Regno di Dio è vicino. Questo è molto bello! Gesù non vuole agire da solo, è venuto a portare nel mondo l’amore di Dio e vuole diffonderlo con lo stile della comunione, con lo stile della fraternità. Per questo forma subito una comunità di discepoli, che è una comunità missionaria. Subito li allena alla missione, ad andare.
Ma attenzione: lo scopo non è socializzare, passare il tempo insieme, no, lo scopo è annunciare il Regno di Dio, e questo è urgente!, e anche oggi è urgente! Non c’è tempo da perdere in chiacchiere, non bisogna aspettare il consenso di tutti, bisogna andare e annunciare. A tutti si porta la pace di Cristo, e se non la accolgono, si va avanti uguale. Ai malati si porta la guarigione, perché Dio vuole guarire l’uomo da ogni male. Quanti missionari fanno questo! Seminano vita, salute, conforto alle periferie del mondo. Che bello è questo! Non vivere per se stesso, non vivere per se stessa, ma vive per andare a fare il bene! Ci sono tanti giovani oggi in Piazza : pensate a questo, domandatevi: Gesù mi chiama a andare, a uscire da me per fare il bene? A voi, giovani, a voi ragazzi e ragazze vi domando: voi, siete coraggiosi per questo, avete il coraggio di sentir e la voce di Gesù? E’ bello essere missionari!... Ah, siete bravi! Mi piace questo!
Questi settantadue discepoli, che Gesù manda davanti a sé, chi sono? Chi rappresentano? Se i Dodici sono gli Apostoli, e quindi rappresentano anche i Vescovi, loro successori, questi settantadue possono rappresentare gli altri ministri ordinati, presbiteri e diaconi; ma in senso più largo possiamo pensare agli altri ministeri nella Chiesa, ai catechisti, ai fedeli laici che si impegnano nelle missioni parrocchiali, a chi lavora con gli ammalati, con le diverse forme di disagio e di emarginazione; ma sempre come missionari del Vangelo, con l’urgenza del Regno che è vicino. Tutti devono essere missionari, tutti possono sentire quella chiamata di Gesù e andare avanti e annunciare il Regno!
Dice il Vangelo che quei settantadue tornarono dalla loro missione pieni di gioia, perché avevano sperimentato la potenza del Nome di Cristo contro il male. Gesù lo conferma: a questi discepoli Lui dà la forza di sconfiggere il maligno. Ma aggiunge: «Non rallegratevi però perché i demoni si sottomettono a voi; rallegratevi piuttosto perché i vostri nomi sono scritti nei cieli» (Lc 10,20). Non dobbiamo vantarci come se fossimo noi i protagonisti: protagonista è uno solo, è il Signore! Protagonista è la grazia del Signore! Lui è l’unico protagonista! E la nostra gioia è solo questa: essere suoi discepoli, suoi amici. Ci aiuti la Madonna ed essere buoni operai del Vangelo.
Cari amici, la gioia! Non abbiate paura di essere gioiosi! Non abbiate paura della gioia! Quella gioia che ci dà il Signore quando lo lasciamo entrare nella nostra vita, lasciamo che Lui entri nella nostra vita e ci inviti ad andare fuori noi alle periferie della vita e annunciare il Vangelo. Non abbiate paura della gioia. Gioia e coraggio!


Dopo l'Angelus
Cari fratelli e sorelle,
come sapete, due giorni fa è stata pubblicata la Lettera Enciclica sul tema della fede, intitolata Lumen fidei, “la luce della fede”. Per l’Anno della fede, il Papa Benedetto XVI aveva iniziato questa Enciclica, che fa seguito a quelle sulla carità e sulla speranza. Io ho raccolto questo bel lavoro e l’ho portato a termine. Lo offro con gioia a tutto il Popolo di Dio: tutti infatti, specialmente oggi, abbiamo bisogno di andare all’essenziale della fede cristiana, di approfondirla e di confrontarla con le problematiche attuali. Ma penso che questa Enciclica, almeno in alcune parti, può essere utile anche a chi è alla ricerca di Dio e del senso della vita. La metto nelle mani di Maria, icona perfetta della fede, perché possa portare quei frutti che il Signore vuole.
Rivolgo il mio cordiale saluto a tutti voi, cari fedeli di Roma e pellegrini. Saluto in particolare i giovani della Diocesi di Roma che si preparano a partire per Rio de Janeiro per la Giornata Mondiale della Gioventù. Cari giovani, anch’io mi sto preparando! Camminiamo insieme verso questa grande festa della fede; la Madonna ci accompagni, e ci troveremo laggiù!
Saluto le Suore Rosminiane e le Francescane Angeline, che stanno vivendo i loro Capitoli Generali; e i responsabili della Comunità di Sant’Egidio venuti da diversi Paesi per il corso di formazione. A tutti voi auguro buona domenica! Buon pranzo! Arrivederci.

E dal sito internet della Santa Sede, potete scaricare l'Enciclica "Lumen fidei" in pdf (cliccate sulla parola pdf).
Buon proseguimento di giornata!
Dani

7 luglio 2013

Buonasera a tutti, ecco il ritaglio di oggi da Qumran2.net:

Amore ed ali

(Michelangelo Buonarroti)

L'amore è l'ala che Dio ha dato all'anima per salire fino a lui.

Buon proseguimento di giornata a tutti.
Dani

sabato 6 luglio 2013

6 luglio 2013

Buongiorno a tutti, ecco il ritaglio di oggi da Qumran2.net:

Se vuoi essere più vicino a Dio
(Kahlil Gibran)

Se vuoi essere più vicino a Dio, stai più vicino alla gente.

Buon proseguimento di giornata a tutti.
Dani

venerdì 5 luglio 2013

5 luglio 2013


Buongiorno a tutti, ecco il ritaglio di oggi da Qumran2.net:

Ho paura di dire di sì
(Michel Quoist)

Ho paura di dire di si, o Signore. Dove mi condurrai?
Ho paura di avventurarmi, di firmare in bianco,
ho paura del sì che reclama altri sì.
Eppure non sono in pace: mi insegui, o Signore,
sei in agguato da ogni parte.
Cerco il rumore perché temo di sentirti,
ma ti infiltri in un silenzio.
Signore, mi hai afferrato e non ho potuto resisterti.
Sono corso a lungo, ma tu mi inseguivi. Mi hai raggiunto.
Mi sono dibattuto, hai vinto.
I miei dubbi sono spazzati, i miei timori svaniscono.
Perché ti ho riconosciuto senza vederti,
Ti ho sentito senza toccarti, ti ho compreso senza udirti.

Buon proseguimento di giornata!
Dani


mercoledì 3 luglio 2013

3 luglio 2013

Ciao a tutti! 
Perdonatemi se in questi due giorni sono sparita, ma il modem mi ha abbandonato e quindi non mi sono potuta collegare!

Riprendo come solito il nostro appuntamento con il ritaglio del giorno da Qumran2.net:

La via più sicura per la santità
(Angelo Roncalli, poi Giovanni XXIII)

Più mi faccio maturo d'anni e di esperienze,
e più riconosco che la via più sicura
per la mia santificazione personale
e per il miglior successo
del mio servizio,
resta lo sforzo vigilante di ridurre tutto,
principi, indirizzi, posizioni, affari,
al massimo di semplicità e di calma;
con attenzione a potare sempre la mia vigna
di ciò che è solo fogliame inutile
e viluppo di viticci,
ed andare diritto a ciò che è verità, giustizia,
carità, soprattutto carità.
Ogni altro sistema di fare,
non è che posa e ricerca
di affermazione personale,
che presto si tradisce 
e diventa ingombrante e ridicolo.

Buon proseguimento di giornata!
Dani


Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...